Privacy Policy
logo

About me

Eliseo Franchini

Artista, Pittore & Tatuatore

Sono nato il 20 febbraio 1981 a Tione di Trento, un piccolo paesino di montagna. Crebbi al fianco di mio nonno disegnando e progettando i miei giocattoli e modellando il rame nell'officina di famiglia, facendone lampadari e suppellettili di ogni tipo. Più di tutto creammo farfalle, ed ora ne porto un ricordo indelebile sul cuore. Crescendo riuscii a seguire la mia naturale inclinazione iscrivendomi all'istituto d'arte e conseguendo il diploma in decorazione pittorica. Al termine degli studi ebbi la fortuna di trovare lavoro come illustratore creativo presso un noto studio pubblicitario di Trento.

Erano i primi anni del nuovo millennio e il disegno a mano libera, utilizzando matite ed aerografo, iniziava a lasciare il passo al pc ed ai primi programmi di elaborazione grafica. Questa esperienza al fianco di un illustratore professionista, mi portò a migliorare molto la mia tecnica nel disegno e nelle illustrazioni realistiche, che personalmente, ho sempre preferito alle moderne tecniche di lavorazione delle immagini. Ho amato il lavoro dell'illustratore, ma i ritmi e la commercialità dell'ambiente mi sono sempre stati un po' stretti. Il disegno è sempre stato un modo per esprimere me stesso, e limitarlo all'interno di specifiche regole "di mercato" mi tolse lentamente la passione.

Passione100%

Concentrazione87%

Impressionista91%

Imprenditore88%

Caffé84%

Elis Eliseo Franchini

Decisi quindi di tornare all'origine, nell'officina di famiglia, a lavorare i metalli, ma la mia naturale indole per il disegno e l'arte tornarono presto a farsi sentire. Lavoravo di notte, a qualche disegno per amici e conoscenti, per il puro piacere di disegnare. Fu così che mi avvicinai al mondo del tattoo. Realizzavo frequentemente disegni per tatuaggi, così decisi di conoscere un po' questo ambiente. Incontrai vari professionisti del settore che mi stimolarono a continuare la mia ricerca, aiutandomi e trasmettendomi le loro conoscenze e la loro esperienza. Quando ho effettuato il mio primo tattoo, sulla mia gamba sinistra, mi sono innamorato. Mi sono sentito coinvolto fin dal primo istante e da allora la mia passione mi porta a frequentare, sia come artista, sia come visitatore, convention in tutto il mondo.

Per me il tatuaggio è una continua ricerca di stile e decori che esaltano le linee del nostro corpo ed esprimono la nostra personalità. Sono convinto che il tatuaggio debba avere alla base un forte sentimento, che ci porta a imprimere sulla nostra pelle tutto ciò che ci rappresenta. Per questo motivo non riesco a tatuare ciò che non mi rispecchia e ciò che non mi appartiene, scusatemi, ma quando tatuo siamo una cosa sola e il coinvolgimento che ho sentito la prima volta è ancora vivo ed immutato da allora.